A mente fredda

Bentornati amici!

Abbiamo voluto aspettare qualche giorno per riuscire ad analizzare a mente fredda la magica serata di sabato scorso. Inutile ripetervi la nostra gratitudine nel vedervi tutti lì sotto a fare letteralmente il tifo per noi, come se voi tutti aveste capito le ragioni della nostra scelta.  Abbandonare un marchio importante che ci garantiva lavoro assicurato a favore di uno nuovo, sconosciuto e in più senza avere alcuna certezza sul futuro è stata una scelta agli occhi di molti folle, ma le ragioni che stanno dietro al nostro gesto hanno poco a che vedere con il lavoro. La nostra è stata una scelta umana. Siamo finalmente un vero gruppo, cinque persone che hanno lo stesso obbiettivo, che guardano verso la stessa direzione con lo scopo di fare della propria passione un lavoro, ma tutto ciò senza prevaricare il senso di amicizia che ci lega. Molti di voi a fine esibizione si sono avvicinati per farci notare che sul palco per la prima volta ci avete visti liberi. Bèh, è stato proprio così ed è stata una sensazione stupenda. Non più cinque professionisti che salgono, fanno il loro lavoro e tornano a cuccia, ma un gruppo di persone che sale sul palco, si diverte e scende dal palco arricchito emotivamente e con la sensazione di aver fatto ognuno il possibile per mettere i propri colleghi nelle condizioni di dare il meglio. Certo, si migliorerà giorno dopo giorno, ma ciò è possibile solo quando si è un gruppo, una squadra che rema verso la stessa direzione e non cinque individualità, seppur di forte personalità, che hanno come unico obbiettivo quello di fare bella figura.

Già dalla mattina eravamo tesissimi, ognuno elaborava la tensione a suo modo: c’era chi non parlava, chi aveva lo  stomaco debole (…), chi ripeteva i testi non ancora perfettamente a memoria, chi ripassava gli accordi dei pezzi e chi provava i cambi d’abito. Le ultime ore in camerino erano davvero caldissime… Una tensione buona però, quella che precede un evento eccezionale e desiderato.

Vedervi tutti stipati sotto al palco provenienti da ogni parte del nord Italia ci obbligava a far sì che la serata fosse memorabile, senza intoppi e, grazie al cielo, così è stato.

Mentre ci preparavamo a salire è salito il vostro coro: “Fuori…Fuori…”, per noi mai successo. Indescrivibile…

Finalmente è partito l’intro e siamo saliti sul palco. Eravamo talmente carichi che dopo due canzoni avevamo tutti la salivazione azzerata ed il fiatone per l’emozione e la troppa energia spesa, neanche fossimo ragazzini sbarbati alla prima esibizione in pubblico. Un’eccitazione che non provavamo dai tempi delle prime esibizioni a scuola… È proprio vero ciò che dice il mitico produttore della PFM e di Fabrizio De André, Mauro Pagani: “Andare cogli amici a farsi una mangiata è bello, ma farsi una suonata insieme è ancora più bello”.

Vedere striscioni, magliette, braccialetti e altre trovate organizzate dalle persone solo per questo evento ci ha tolto qualsiasi dubbio sull’affetto che vi lega a tutti noi. Ci sono stati momenti di sconforto nel mese appena trascorso, non sapevamo se una volta abbandonato il vecchio nome per voi sarebbe stato la stessa cosa. Oggi possiamo dire che avevamo ragione. Non è più la stessa cosa, è molto meglio 😉

Con l’avanzare dei minuti abbiamo ripreso confidenza col palco e abbiamo riacquistato lucidità. Sentirvi cantare ogni canzone, anche le novità più spiazzanti come il nostro medley rock nuovo di zecca, è stato davvero appagante e divertente. A rendere ancora più epico il concerto il grande caldo dovuto al numerosissimo pubblico che ci faceva sudare più che nei periodi bollenti dell’estate appena trascorsa.

Il concerto è volato via come un brivido ed ora siamo già qui a parlarne con il giusto trasporto emotivo.

A fine concerto è stato un susseguirsi di abbracci e scambi d’affetto. La musica ha fatto il suo dovere: ha unito le persone. Eravamo commossi e non sapevamo come ringraziarvi. Capivamo che eravate lì per noi e non per il concerto. Eravate lì per sostenerci emotivamente in questo giorno importante. Non lo dimenticheremo mai.

Da parte nostra possiamo assicurarvi che daremo il massimo ad ogni concerto, perché ora questa creatura è nostra e ogni serata dovrà essere la migliore.

D’ora in poi vogliamo creare questa rete di amicizia tra noi e voi per far sì che ogni concerto sia magico ed irripetibile, ma potremo farlo solo se voi ce lo permetterete, quindi vi aspettiamo ai prossimi appuntamenti live!

Se il debutto vi è piaciuto tenetevi forte perché il meglio deve ancora venire!

12227180_1250874554930136_1002115344384319453_n

8 Comments

  • la zia angy

    11/18/2015

    Il popolo dei braccialetti blu é tutto per voi

  • Oriano

    11/18/2015

    E’ strano Alex, ma tutto ciò che hai scritto riguardo il vostro percorso, e motivazioni, il lavoro, i dubbi, la gioia etc. è sempre stato quello che ho immaginato senza avere alcun dubbio perché avevo ed ho grande stima e fiducia nelle vostre capacità ed in ognuno di voi come persona. Nonostante ciò ora mi sembra strano che io abbia azzeccato tutto e che voi aveste tanti dubbi, ma per me era facile pronosticare senza essere immerso nei vostri problemi. Mi spiace solo di non essere stato presente per festeggiare insieme a tutti voi e gli altri, ma ti garantisco che il piacere che ho provato attraverso le manifestazioni dei tanti fans che invece erano li e hanno postato di tutto tra commenti, foto e filmati, è stato veramente grande e l’ho condiviso con te e i ragazzi. Questo messaggio che hai scritto mi conferma definitivamente che è andato tutto come ed oltre le aspettative e che ci saranno tante altre occasioni per divertirci insieme! Un abbraccio davvero con il cuore a te, Elisa, Dario, Paolo e Luca da me e Nadia.

  • Frankye

    11/18/2015

    Si raccoglie cio’che si semina e voi ragazzi avete seminato bravura,passione ma soprattutto tanta simpatia quindi il raccolto non potra’che essere ottimo…

  • Lorella

    11/18/2015

    Non era il nome che noi seguivamo ma 5 persone umili e speciali quali siete voi , credimi anche chi come me che non era li credo che quella magica serata l ha vissuta intensamente anche da lontano ? io guardavo l orologio e dicevo “ecco stanno per salire sul palco ” e aspettavo il giorno dopo per vedere le foto e voi di nuovo sopra il palco più esplosivi che mai !!! Non importa il nome l importante e che siete voi con tutto ciò che rappresentate !!!! Un abbraccio pieno pieno di affetto

  • Ilaria

    11/18/2015

    Hai scritto parole meravigliose .. Vere…
    Noi su un palco balliamo.. Voi cantate e ballate..
    Leggevo perfettamente la gioia nei vostri occhi… e immagino l’ agitaZione alle stelle poco prima di esibirvi…
    Tachicardia, ansia, urla e macumbe varie :))

    Siete stati grandissimi e soprattutto siete umanissimi.. Una qualità che poche persone hanno …
    Alla prox
    Ci vediamo a Genova!!! :*

  • Debby

    11/19/2015

    Non si può non volervi bene, siete fantastici ci date una carica notevole, e se uno è po giù, con voi ci si dimentica di tutto, voi date amore, gioia e serenità con la vostra musica, finisce un concerto e già non vedi l’ora che inizi il prossimo per ballare cantare tutti assieme, e finito il concerto, il dopo concerto con voi è sublime perché oltre ad essere dei grandi artisti siete degli amici meravigliosi con un cuore grande e noi siamo lì per voi e ci saremo sempre… verremo a tutti i vostri concerti solo per stare con voi, ma ahimè spesso non è possibile, ma anche se a volte non ci siamo fisicamente ci siamo con il ❤.
    Vi abbraccio forte
    Bacioni e grazie a voi per tutte le emozioni che ci trasmettete….

  • Roby

    11/19/2015

    Non avevo dubbi sul vostro successo e stata una grande emozione potervi riascoltare e riabbracciare dopo il concerto siete mitici

  • Ivana

    11/19/2015

    “Non è più la stessa cosa, è meglio” dice tutto in una sola, semplice, frase. Finalmente abbiamo il nostro GRUPPO !
    Vi assicuro che leggendo ciò che avete scritto mi sono venute le lacrime agli occhi per la commozione ma soprattutto per la felicità.

Lascia un commento